Il gioco d’azzardo sano è responsabile

Il Comune di Bologna si prefigge l’obbiettivo di promuovere una “cultura del gioco misurato, responsabile e consapevole” e di impegnarsi per il “contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco”: questo obbiettivo avrà la conseguenza di non promuovere in alcun modo le campagne pubblicitarie relative ai centri di scommesse, sale Slot/Vlt o più significatamente che riguardino il gioco d’azzardo in generale. Ciò per evitare che dal gioco possano discendere dipendenze, danni morali, psicologici ed altro, sopratutto per i minori e per gli anziani che sono soggetti con una particolare fragilità e sensibilità: quindi, Bologna in prima linea per promuovere azioni di prevenzione e di comunicazione ai cittadini.

Sempre per la responsabilità di chi gioca o si avvicina al mondo del gioco d’azzardo, verrà promosso un concorso nazionale “Ragazzi in gioco” rivolto alle scuole statali e paritarie secondarie di I e II grado per far avvicinare le istituzioni scolastiche alla riflessione sul fenomeno del gioco d’azzardo e sollecitando, quindi, docenti e studenti a realizzare video su questo tema ritenendo che sia particolarmente importante che siano “tutti” coinvolti in questo percorso di responsabilizzazione che porta dritto dritto ad un sano divertimento che dovrebbe essere l’unico e vero scopo del gioco d’azzardo pubblico… non certamente altro. Una seria riflessione sul gioco che parta dai giovani può aiutare a “creare una potente barriera” di contrasto ai disagi che possono derivare “dall’abuso del gioco”, come dall’abuso di alcool o dall’abuso di droga. Spazio quindi alla creatività per combattere il gap ed i suoi “derivati”.